Prestito con
Altri Finanziamenti

Perchè scegliere un mediatore creditizio

Sei alla ricerca di un prestito o di un mutuo? Rivolgiti alla figura del mediatore creditizio: chi è questo professionista che opera nella filiera del credito? Con la liberalizzazione concorrenziale che ha interessato il settore finanziario, la figura del mediatore creditizio ha assunto sempre più rilevanza all’interno del “ventaglio” di professionisti in grado di offrire prestiti, mutui, cessioni del quinto, etc.

Con l’introduzione del Decreto legislativo del 13 agosto 2010, n. 141, il Legislatore ha cercato di offrire alcuni importanti strumenti per tutelare i consumatori, venendo a garantire la massima trasparenza sulle operazioni. Ecco perché rivolgersi ad un mediatore creditizio per richiedere un mutuo o prestito.

Mediatore creditizio: chi è e perché sceglierlo?

Negli ultimi anni sempre più clienti alla ricerca di un prestito o di un mutuo scelgono di rivolgersi ad un mediatore creditizio. Quali sono le ragioni? Il ruolo del mediatore creditizio è differente da quello di altri addetti operanti all’interno della filiera del credito. Questa figura professionale è in grado di offrire una semplice attività di mediazione e di messa in contatto tra istituti bancari con i potenziali clienti e soggetti istanti di finanziamenti e mutui. L’attività di mediazione è ascrivibile ad un servizio di consulenza e, a differenza degli agenti finanziari, i mediatori creditizi non possono avere alcun rapporto di esclusiva con banche o intermediari. Questo comporta un enorme vantaggio per la clientela del credito: il mediatore è autonomo, imparziale e seleziona i migliori prodotti del credito, “customizzati” in base alle esigenze della clientela.

Il mediatore ha la possibilità di “differenziare” la gamma di prodotti creditizi ed offrire al consumatore un maggior numero di proposte commerciali. Inoltre, ha la possibilità di valutare in maniera oggettiva le varie proposte di credito offerte dalle banche, così da poter offrire al consumatore soluzioni idonee. Anche i cattivi pagatori, protestati e disoccupati possono beneficiare di interessanti proposte commerciali.

 Come diventare Mediatori creditizio?

Per poter accedere all’attività di mediatore creditizio, il decreto 141/2010 precisa che è necessario superare un esame specifico per essere iscritti al Registro dell’Organismo degli Agenti e dei mediatori OAM. Si può altresì ottenere l’iscrizione frequentando, con successo, il master di Auxilia Finance. Il mediatore creditizio deve possedere i requisiti d’indipendenza, di patrimonialità, professionalità e onorabilità.

La sua professione è destinata a crescere per il prossimo recente futuro: per ogni soggetto che necessita di un prestito o mutuo, è importante affidarsi a professionisti seri, indipendenti e in grado di offrire i migliori prodotti sul mercato, proprio come propone Auxilia Finance.