mutuo casa vacanza
Mutui

Casa vacanze: come accendere il mutuo per finanziare l’acquisto

Vuoi investire acquistando una casa vacanza? Scopri come è semplice realizzare il tuo sogno di finanziare l’acquisto di un immobile per soggiornare durante le vacanze estive o invernali.

In fin dei conti investire nel mattone permette ad ogni risparmiatore di “proteggere” i propri risparmi di una vita e accendere un mutuo è la soluzione “smart” e semplice per soddisfare i propri fabbisogni creditizi.

In questa guida vediamo tutte le considerazioni più utili per accendere un mutuo utile per finanziare l’acquisto di una casa vacanza con Auxilia Finance.

 Mutuo per acquistare casa vacanza: consigli utili

Se non si dispone della liquidità necessaria per concludere una compravendita di un immobile ad uso vacanza, la soluzione ideale è accendere un mutuo rivolgendosi ad un consulente del credito.

Chiunque (persona fisica o giuridica) può richiedere un mutuo, purché possa dimostrare di essere in grado di restituire nel tempo la somma avuta in prestito e di onorare l’obbligazione assunta.

Il soggetto mutuante concede un importo sulla base del valore dell’immobile da acquistare, che solitamente non eccede l’80% di quello stabilito dalla perizia effettuata da un perito professionista super partes.

In certi casi, è possibile accendere mutui che eccedono l’80% del valore dell’immobile, a fronte della richiesta di maggiori garanzie.

Per questo, è importante valutare attentamente il proprio reddito, determinare la propria disponibilità mensile e la propria affidabilità creditizia prima di richiedere un mutuo.

La rata non deve eccedere 1/3 del proprio reddito disponibile e non deve creare squilibri finanziari tali da gravare sul bilancio familiare.

Occhio al tasso di interesse del mutuo

Nel processo di valutazione di un mutuo per finanziare l’acquisto di una casa vacanza, è importantissimo capire quale tasso d’interesse fa al caso dell’istante.

  • Tasso fisso, saggio d’interesse che rimane costante per tutta la durata del mutuo. Lo svantaggio principale è quello di non poter beneficiare di eventuali riduzioni dei tassi di mercato.
  • Tasso variabile, saggio di interesse legato all’oscillazione di un indice finanziario di riferimento, generalmente l’Euribor. In base all’andamento del mercato finanziario, l’ammontare della rata del mutuo può variare: verso il basso quando l’indice Euribor scende e verso l’alto quando sale. Si consiglia alle persone che vogliono trarre vantaggi economici dalle dinamiche di mercato.
  • Tasso doppio (suddiviso in due parti – tasso fisso e variabile). Questa opzione è consigliata a chi preferisce una soluzione intermedia tra il tasso fisso e il tasso variabile, venendo ad equilibrare i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno.
  • Tasso misto: possibilità di passare da un tasso fisso ad uno variabile a determinate condizioni indicate nel contratto o a determinate scadenze.

Oltre alla scelta del tasso d’interesse, è importante richiedere al proprio Consulente creditizio di Auxilia Finance tutti i documenti informativi necessari per leggere attentamente le condizioni contrattuali ed economiche.

È utile per questo richiedere il Foglio contenente le Informazioni generali in cui ogni intermediario illustra le caratteristiche dei mutui.