Mutui

Comprare casa per affittarla: 3 buoni motivi

Conviene acquistare un bene immobiliare per affittarlo? L’instabilità dei mercati finanziari, i bassi rendimenti derivanti dagli investimenti in BTP e la volatilità dei titoli azionari confermano che investire in beni immobiliari sia attualmente la migliore strategia per garantirsi guadagni interessanti. Scopriamo in questa guida quali sono i tre buoni motivi per comprare casa ed affittarla.

Investire in beni immobiliari: conviene?

Nonostante la crisi del settore real estate, acquistare una casa e darla in affitto è la migliore strategia di investimento: i beni immobiliari sono un asset rifugio per tutti i risparmiatori. Possono subire deprezzamenti e cali nel prezzo di acquisto, ma comprare un immobile rappresenta una garanzia pressoché sicura nel medio-lungo periodo. L’instabilità dei mercati finanziari, la volatilità dell’andamento dei titoli azionari hanno confermato la tesi che investire nel mattone è la migliore strategia anche per il 2018.

Rispetto ad altre forme di investimento, gli immobili assicurano maggiore solidità e la possibilità di introitare canoni di locazione. Basti pensare solo al potenziale derivante dalla realizzazione di operazioni immobiliari nel comparto residenziale: la tua casa può essere “trasformata” in un asset capace di garantire un’entrata monetaria costante nel tempo.

Affittare una casa: 3 buoni motivi per farlo

Ecco i tre buoni motivi per acquistare un bene immobiliare ed affittarlo:

1. Ti assicura una rendita costante nel tempo

Comprare case e darle in affitto consente al proprietario di generare reddito nel tempo: ciò significa investire un capitale a disposizione per acquistare immobili e incassare i canoni di locazione.

Investire in case assicura un reddito “extra”, rappresentato dai canoni di affitto corrisposti dall’inquilino. Grazie ai contratti di affitto breve puoi accrescere ancora di più le tue entrate monetarie: se hai una casa ubicata in una zona turistica, gli introiti possono addirittura quadruplicare.   

2. Mercato degli affitti è in crescita

Il trend del mercato degli affitti è tutt’altro che in crisi: le statistiche confermano che i contratti di affitto sono costantemente in crescita sia sul fronte della domanda che dell’offerta di immobili in locazione.

Con la crisi economica anche i canoni di locazione sono diminuiti, ma meno rispetto ai prezzi di acquisto di un immobile.

Dal punto di vista fiscale, i vantaggi sono interessanti: la normativa attuale prevede la possibilità di abbattere la tassazione sul reddito da locazione, di risparmiare i costi dell’imposta di registro e della marca da bollo. Inoltre, il proprietario può beneficiare della cedolare secca, la quale prevede l’applicazione di un’aliquota fissa che sostituisce le altre tasse dovute sugli affitti delle abitazioni.

3. Le persone ricercano costantemente immobili in affitto

In questo momento storico, le persone sono sempre più alla ricerca di immobili in affitto: si pensi ai giovani che si trasferiscono nelle città per motivi di studio e/o professionali.

Si tratta di un trend in forte crescita confermato dall’intervento del Presidente di Assoimmobiliare, Aldo Mazzocco, il quale ha sottolineato come «il futuro del settore immobiliare è sicuramente residenziale ed è sicuramente in affitto». Per l’acquisto di una casa sfruttando le migliori opportunità di finanziamento, rivolgiti ai consulenti del credito di Auxilia Finance!