Fideiussione
Mutui

Fideiussione: come funziona?

Che cos’è e come funziona il contratto di fidejussione? La fideiussione è definita dall’articolo 1936 del Codice civile: si tratta di un contratto con cui un determinato soggetto, detto fideiussore, garantisce col proprio patrimonio l’obbligazione di un’altra persona.

Scopriamo in questa guida di Auxilia Finance come funziona il contratto di fideiussione e a cosa serve.

Fideiussione: come funziona?

Come si evince dalla definizione di fidejussione, le parti del contratto di fideiussione sono: il debitore; il fideiussore e il creditore.

Va detto, a tal proposito, che la volontà di obbligarsi da parte del fideiussore deve essere esternata in modo chiaro, inequivocabile, affinchè risultino evidenti sia il contenuto che i limiti di garanzia.

Non è necessario che la fideiussione si debba prestare a garanzia dell’intero debito.

Con la fideiussione, inoltre, subentra la responsabilità solidale del debitore e del fideiussore nei confronti del creditore.

Quando il creditore, si rivolge al debitore e questi paga, estinguendosi l’obbligazione, si estingue anche la fideiussione.

Il creditore decade dal suo diritto se non agisce entro sei mesi dalla scadenza del debito principale.

L’art. 1946 c.c. ammette anche la cofideiussione: più persone possano prestare la fideiussione per un medesimo debitore.

In tal caso, ogni cofideiussore è obbligato per l’intero debito, salvo che non sia pattuita la divisione dello stesso tra i cofideiussori.

È prevista, infine, la cofideiussione c.d.”omnibus” con cui il fideiussore non si impegna a garantire una singola obbligazione altrui, ma tutti i debiti passati, presenti e futuri che costui ha assunto o assumerà presso un creditore.

Spesso, in questo caso il creditore è una banca e il debitore è un imprenditore o un soggetto che richiedere un bene immobiliare in affitto o, anche, un sottoscrittore di un prestito senza busta paga.

Accessorietà del contratto di fidejussione

La fideiussione ha un carattere accessorio generale: secondo l’art. 1939 c.c., la fideiussione non è valida se non è valida l’obbligazione principale, salvo che sia prestata per un’obbligazione assunta da un incapace.

Contratto di fidejussione: estinzione

Tra le varie cause di estinzione della fidejussione troviamo l’adempimento dell’obbligazione principale, ossia un’estinzione naturale del debito. La fidejussione si estingue solo ed esclusivamente se la somma pagata può essere imputata all’obbligazione oppure ad una parte di essa.

Se vuoi ricevere ulteriori informazioni contatta un Consulente Auxilia Finance per un Preventivo personalizzato.