mutuo giovani 2018
Mutui

Mutui per i giovani 2018: quale scegliere?

Per i giovani che sono alla ricerca di un mutuo per l’acquisto della prima casa, ci sono interessanti opportunità per il corrente anno 2018.

Se fino ad un recente passato i giovani erano una delle categorie più penalizzate nell’accesso al credito, negli ultimi anni, sono state rese disponibili nuove soluzioni per venire incontro ai giovani aspiranti mutuatari.

Grazie agli incentivi statali (come ad esempio il Fondo di Garanzia per la prima casa) particolarmente vantaggiosi, anche le coppie di giovani under 35enni possono accendere un mutuo con più facilità e serenità.

Scopriamo in questa guida come scegliere il migliore mutuo per i giovani 2018.

Mutuo per i giovani 2018: guida su come sceglierlo

Per le giovani coppie in cerca di un mutuo per finanziare l’acquisto della prima casa occorre prestare la massima attenzione ad alcuni parametri.

Per orientarsi nel settore dei mutui per la casa, è necessario richiedere più preventivi per comparare le varie offerte creditizie disponibili.

La prima voce da esaminare attentamente è lo Spread, ovvero il costo effettivo richiesto dai soggetti mutuanti per concedere il mutuo.

Oltre lo Spread, occhio ai tassi di interesse (Tan e TAEG), la cui somma consente di computare il costo effettivo del mutuo.

Si ricorda che il TAEG indica il costo globale del mutuo ed include le spese accessorie (peritali e d’istruttoria), previste per la sottoscrizione del contratto di mutuo.

Altra valutazione importante: quale tasso di interesse scegliere? Le giovani coppie possono optare per quattro tipologie:

  • fisso: in questo caso il tasso di interesse non varia per tutta la durata del prestito, mantenendo costante la rata
  • variabile: la rata del mutuo varia in relazione a determinati parametri, come ad esempio i tassi del mercato monetario e finanziario
  • misto: consente di passare dal tasso fisso al tasso variabile e viceversa
  • con tetto massimo: permette di fissare a priori un tetto massimo al tasso di interesse (detto CAP rate) per “proteggersi” da possibili oscillazioni repentine dei tassi di interesse.

Per qualsiasi altra informazione o dubbio, puoi contattare un Consulente Auxilia che ti affianca personalmente per risolvere le varie problematiche e aiutarti a trovare la migliore soluzione creditizia.