Prestiti personali alle famiglie crescono il numero e gli importi
Prestiti

Prestiti personali alle famiglie: crescono il numero e gli importi

Crescono i prestiti alle famiglie: i dati relativi al primo semestre 2017 evidenziano un incremento delle richieste, ed un aumento degli importi finanziati. Rispetto al periodo precedente, tra gennaio e giugno 2017 si è registrato un incremento del +1,5% delle istanze, e un +6,5% medio relativo agli importi finanziati.

La fonte principale dei dati, peraltro confermati dai principali istituti di credito, è il Barometro Crif, che rileva l’andamento delle istruttorie formali di prestiti e mutui raccolte da EURISC, il sistema di informazioni creditizie del Crif.

In parte, i risultati riflettono il consolidamento delle condizioni congiunturali con i tassi di interesse particolarmente favorevoli, che hanno spinto molte famiglie a richiedere finanziamenti agli istituti di credito per sostenere i propri consumi.

I dati raccolti evidenziano una crescita interessante nel comparto dei prestiti personali. Salgono i prestiti cambializzati (+4,0%), mentre i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi subiscono una leggera contrazione (-0,6%), rispetto lo scorso semestre.

Cresce l’importo medio richiesto

Se analizziamo il primo semestre del corrente anno, il dato relativo ai prestiti personali ed ai prestiti finalizzati ha evidenziato un +6,5%, con un importo pari ad 9178 euro di media. Il valore è decisamente positivo in quanto consolida il recupero rispetto ai valori precedenti alla crisi.

Nell’ultimo semestre, i prestiti finalizzati hanno registrato un valore medio pari a 6.030 euro (+9,0% netto rispetto al secondo semestre 2016) mentre i prestiti personali un incremento pari al +3,8%, toccando i 12.921 euro. Gli importi più richiesti restano, comuque, quelli inferiori ai 5.000 euro.

Le fasce di età interessate al prestito

Secondo gli ultimi aggiornamenti dei Barometro Crif, la fascia prevalente dei richiedenti è stata quella dei soggetti con età compresa tra i 45 ed i 54 anni (25,6% del totale), seguita da quella 35-44 anni (23,7%). La fascia degli over 55 cresce del +0,7%. In questa fascia, secondo le statistiche, gli acquisti di auto, moto e beni di elettronica di consumo hanno creato un incremento del +1.0%.