mutuo per sostituzione liquidità
Prestiti

Prestito Vitalizio Ipotecario: guida 2019

Sei alla ricerca di un Prestito Vitalizio Ipotecario o Reverse Mortgage? Sai esattamente come funziona e come puoi richiederlo? Ecco la guida utile che raccoglie tutte le informazioni utili per avere informazioni sui requisiti necessari, la documentazione, come funziona, quali sono i vantaggi e i costi.

Prestito Vitalizio Ipotecario 2019: che cos’è e requisiti necessari

Con l’arrivo del nuovo anno 2019 si potrebbe avere la necessità di richiedere un prestito vitalizio ipotecario o reverse mortgage. Di cosa si tratta? Quando è possibile sottoscriverlo?

Come si può ben intuire si tratta di un contratto di finanziamento riservato ai proprietari di un bene immobiliare che abbiano già compiuto 60 anni.

Grazie a questo prodotto creditizio, il soggetto istante ha la possibilità di beneficiare dell’erogazione di un capitale finanziario cospicuo, anche fino a circa 350.000€.

Rispetto ad un “classico” finanziamento, il soggetto richiedente non dovrà rimborsare alcuna rata per tutta la sua vita. Sì, hai capito proprio bene!

Il capitale finanziario erogato dall’ente creditore è garantito da un’ipoteca sull’immobile di proprietà.

Documentazione per richiedere prestito vitalizio ipotecario

Ecco i documenti necessari da presentare all’ente creditore per richiedere il prestito vitalizio ipotecario:

  • Copia del documento di identità
  • Codice Fiscale
  • Stato di famiglia
  • Relazione Notarile Preliminare
  • Perizia

Come funziona il prestito vitalizio ipotecario?

Il prestito vitalizio ipotecario è un contratto di finanziamento non finalizzato: il soggetto istante può disporre del denaro come meglio crede, senza dover motivare le ragioni della richiesta del prestito.

Solo con il decesso del soggetto richiedente, salvo rimborsi volontari anticipati, si rimborsano gli interessi sul debito e sulle spese connesse.

Alla morte del de cuius, gli eventuali eredi avranno due possibilità per rimborsare il debito:

  • lasciare che l’ente creditore venda l’immobile e si soddisfi sulle somme per coprire il debito (eventuali somme eccedenti saranno restituite agli eredi);
  • rimborsare l’obbligazione assunta dal de cuius e mantenere nell’asse ereditario l’immobile.

Prestito vitalizio ipotecario: quando conviene?

Il prestito vitalizio ipotecario conviene quando il prezzo di vendita è superiore al debito assunto; la parte restante sarà incassata dagli eredi del proprietario, una volta deceduto.

Per ulteriori informazioni e preventivi, contatta un Consulente di Auxilia Finance.