Quale prestito personale conviene
Prestiti

Quale prestito personale conviene

Sempre più spesso i consumatori creditizi necessitano di richiedere un prestito personale che sappia soddisfare un’esigenza di fabbisogno finanziario per realizzare un progetto (acquistare un’auto, arredo casa, corso di formazione, etc.) o, semplicemente, per fare fronte ad un debito o ad un’esigenza di liquidità immediata.

Per richiedere un prestito personale conveniente è buon suggerimento rivolgersi ad banca o ad una società di intermediazione creditizia che operi in mondo indipendente e sappia soddisfare a 360 gradi ogni fabbisogno creditizio della clientela.

Come richiedere un prestito personale?

Per presentare l’istanza di richiesta di un prestito personale, è necessario essere in possesso di certi requisiti anagrafici, reddituali e affidabilità creditizia che possono variare a seconda del soggetto creditizio a cui ci si rivolge.

Chiedere un prestito non è una pratica complessa, ma richiede comunque l’espletamento di una serie di passaggi dato che si tratta di un procedimento definito da una serie di step precisi.

Documentazione necessaria

Per valutare e verificare il merito creditizio è necessario presentare la documentazione da allegare alla domanda. Occorre presentare un documento d’identità, il codice fiscale e copia di eventuali altri finanziamenti in corso.

Ulteriore documentazione reddituale viene richiesta con lo scopo di identificare la condizione lavorativa e reddituale del richiedente: busta paga e Cud per i dipendenti assunti con contratto di lavoro (a tempo indeterminato e/o determinato), ultima dichiarazione dei redditi (lavoratori autonomi) e cedolino pensione per i pensionati.

Rimborso e Rescissione contratto prestito

Una volta stipulato il prestito, ogni soggetto deve essere in grado di rimborsare le rate del prestito in modo puntuale.

Nel caso in cui si verifichi l’inadempimento, oltre al rischio che il cliente venga segnalato sulla Black List dei cattivi pagatori, il soggetto creditore può esercitare il diritto di recesso unilaterale del contratto, addebitando al cliente tutte le spese necessarie al recupero del credito più una penale.

Come calcolare il piano di ammortamento?

Per calcolare e personalizzare il proprio piano di ammortamento si può utilizzare un tool di calcolo o preventivatore messo a disposizione sui principali siti di comparazione dei prestiti, assicurazioni, mutui etc.

Il preventivatore o simulatore consente di calcolare l’importo della rata, il Tan, il Taeg e la durata del piano di ammortamento che può essere revisionato in base alle esigenze della clientela.

L’idea di rivolgersi ad un professionista della mediazione creditizia, come i consulenti di Auxilia Finance, vuol dire riuscire a reperire le migliori opportunità di prestito personale alle migliori condizioni.