Mutuo a Tasso Variabile

Il mutuo a tasso variabile è in genere la principale alternativa al mutuo a tasso fisso per chi si prepara ad acquistare una casa, ma anche per chi ha bisogno di un finanziamento bancario con scadenza a lungo termine per far fronte ad altre necessità che richiedono spese rilevanti. 

Il fatto che il tasso di interesse applicato alle rate del mutuo sia variabile fa intuire la principale caratteristica del prodotto: la possibilità che le rate possano diventare più care o meno care anche nel giro di pochi mesi nel corso della vita del mutuo.

La possibilità di variare il tasso di interesse comporta senza dubbio possibili effetti positivi a vantaggio del mutuatario, a patto di sapersi districare tra i prodotti presenti sul mercato.

L’intervento di Auxilia Finance serve in questi casi proprio per garantire questi vantaggi a favore dei propri clienti, sulla base del profilo reddituale e di rischio e di determinate esigenze da soddisfare, che i consulenti di Auxilia Finance rilevano durante il colloquio preliminare per la ricerca del mutuo adatto fra quelli offerti dalle banche partner, le principali del mercato nazionale del credito.  

Come si forma il tasso variabile

L’indice al quale si fa riferimento per stabilire il tasso variabile dei mutui è l’Euribor, il tasso di interesse medio calcolato da un gruppo formato dalle principali banche europee. L’Euribor usato per i mutui a tasso variabile può essere a 1 mese, a 3 mesi, a 6 mesi o a 12 mesi. Alle stesse scadenze vengono “aggiustati”, in alto o in basso, i tassi dei mutui determinando un innalzamento o un abbassamento delle rate dovute fino al prossimo rilevamento dell’Euribor. 

Vantaggi e svantaggi del tasso variabile

La sottoscrizione di un mutuo a tasso variabile è in genere più conveniente di un mutuo a tasso fisso in periodi di tassi che tendono a scendere, come avviene in momenti di crisi economiche quando le autorità monetarie allargano le maglie del credito per favorire la ripresa dell’economia.

i nostri tassi

i nostri mutui

È sconsigliabile invece nelle fasi di stretta creditizia, quando il costo del denaro aumenta ripetutamente per effetto dell’incremento dei tassi di riferimento decisi dalla Banca centrale europea.

In genere il tasso variabile è scelto da mutuatari che hanno maggiore propensione al rischio e puntano a trarre vantaggio da un calo atteso dei tassi. Si tratta di persone dotate anche di un’educazione finanziaria superiore alla media, gente informata e in grado di fare scelte per cogliere le migliori opportunità del mercato.

Queste stesse qualità, accresciute da anni di esperienza, caratterizzano la rete dei consulenti creditizi di Auxilia Finance, professionisti competenti ed esperti in grado di accompagnare il cliente verso la scelta del migliore mutuo a tasso variabile. La scelta avviene dopo aver valutato le condizioni reddituali del cliente, il suo profilo di rischio e le previsioni degli analisti sul mercato dei tassi, elementi che devono creare una congiuntura favorevole per garantire la tranquillità del cliente che ha sottoscritto il mutuo.

Richiedi

maggiori informazioni

Sei un agente immobiliare* ? SiNo