Cessione del quinto

Non serve una magia per esaudire i tuoi desideri, c’è la comoda e veloce cessione del quinto.

I prestiti personali tramite cessione del quinto sono una forma di finanziamento molto popolare che esiste da molti anni ed è regolata per legge fin dal 1950.

Cosa significa cessione del quinto

Il prestito con cessione del quinto, concesso da istituti bancari e intermediari finanziari, prevede che la rata mensile di rimborso del finanziamento non possa essere maggiore di un quinto (cioè del 20%) dell’importo mensile dello stipendio o della pensione percepiti dal richiedente.

Per fare un esempio, su uno stipendio netto di 1.500 euro mensili, l’importo massimo della rata di rimborso sarà di 300 euro.

Chi può chiedere un prestito con cessione del quinto

Il prestito con cessione del quinto inizialmente era riservato ai dipendenti statali e parastatali e ai dipendenti di aziende private. Oggi possono chiedere questa forma di prestito anche i pensionati.

La ragione della facilità di accesso alla cessione del quinto consiste proprio nel fatto che il prestito è garantito dal reddito mensile del contraente. Le rate di rimborso sono infatti trattenute direttamente sulla busta paga o sulla pensione dal datore di lavoro o dall’Inps.

Nell’importo delle rate di rimborso è, inoltre, compresa un’assicurazione, che garantisce la banca da eventuali rischi di perdita dell’impiego o di vita del contraente.

In virtù di queste caratteristiche del prestito, possono accedere alla cessione del quinto anche i protestati o chi ha un trascorso come cattivi pagatori, proprio perché è il datore di lavoro che provvede a estinguere il finanziamento.

Per usufruire della cessione del quinto è necessario rivolgersi a un mediatore creditizio iscritto all’albo della Banca d’Italia, come i consulenti finanziari di Auxilia Finance, che sono in grado di guidare il richiedente nel rapporto con le banche abilitate e lo aiutano nella scelta più soddisfacente.

La durata del prestito va da un minimo di 24 rate a un massimo di 120, vale a dire da 2 anni a 10 anni. Per i pensionati la scadenza massima è fissata al novantesimo anno di età.

Richiedi

maggiori informazioni

Sei un agente immobiliare* ?
SiNo